I primi test sulle connessioni 5G

Nuove opportunità con le tecnologie 5G
15 Novembre 2017
Le comunicazioni di nuova generazione corrono su tecnologia VoIP
15 Dicembre 2017

Secondo le aspettative, grazie alle connessioni 5G, entro pochi anni, il download dei dati diventerà istantaneo.

L’obiettivo risulta molto ambizioso, considerando che le connessioni potranno arrivare sino ad un gigabit al secondo, in totale mobilità.

Alcune delle maggiori aziende hanno già iniziano a fare i primi test di fattibilità per poter scommettere sul raggiungimento dell’obiettivo tecnologico, definito con il lancio del 5G, che avverrà nel 2020.

Prima tra queste, la coreana Samsung, nota per la produzione di smartphone, tablet, tv e altri dispositivi tecnologici. Il test è stato condotto con un dispositivo con 64 antenne e tecnologia al titanio, capace di trasmettere i dati alla velocità di 1.056 Giga/secondo, ad una distanza di 2km. Rispetto alla tecnologia LTE – Advanced, ha registrato una velocità 100 volte più alta.

In una nota ufficiale dell’azienda, si legge “questa tecnologia permetterà agli utenti di trasmettere grandi masse di dati, compresi film digitali ad alta definizione, praticamente senza limiti”.

Dei primi test tecnologici sono stati condotti anche in Italia, da Vodafone, grazie all’utilizzo di tecnologie massive MIMO, ovvero un apparato radio, messo a disposizione da Huawei, utilizzando la banda di frequenze 3.7 – 3.8 GHz messe a disposizione dal Mise (Ministero dello Sviluppo Economico), che ha promosso la sperimentazione nella città di Milano.

La connessione dati su tecnologia 5G è stata realizzata con un’antenna installata presso il Vodafone Village di Milano, che ha permesso un vero e proprio test live, con prototipi di apparati di rete 5G (i primi sul territorio), che hanno garantito la diffusione di un segnale eccellente in ambienti chiusi, permettendo di raggiungere una velocità in download di 2,7 Gigabit al secondo, con latenze di poco superiori al millisecondo.

La realizzazione di una connessione ultraveloce inizia a concretizzarsi, speriamo possa andare di pari passo con l’inclusione, per una tecnologia accessibile a tutti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.