Soluzioni di Camouflage: le antenne si vestono di verde e di design

L’esplosione delle Virtual Private Network a pagamento, le 10 migliori soluzioni per la privacy
30 Settembre 2017
La domotica per una casa intelligente
30 Ottobre 2017

Avete mai sentito parlare delle soluzioni di mascheramento, più propriamente definito con il termine camouflage?

Si tratta di soluzioni che permettono di nascondere le infrastrutture della rete elettrica, tralicci dell’alta tensione; centri di smistamento; cavi elettrici; torrette di distribuzione o trasformazione; centrali eoliche; antenne radiotelevisive; antenne per la telefonia mobile; impianti di depurazione della rete fognaria; depositi di acqua potabile, la cui presenza costituisce un problema riconosciuto di impatto visivo.

In questo articolo parleremo proprio delle tecniche di camouflage, in grado di diminuire l’alterazione di qualsiasi ambiente, deturpato dall’inserimento di elementi estranei e sgradevoli alla vista, in cui le antenne fanno da padrone.

Siamo talmente abituati a vederle che quasi non ricordiamo come erano i luoghi urbani ed extraurbani senza quelle enormi antenne, oggi considerate come parte integrante dell’arredamento urbano.

Il loro proliferare è giustificato dal ruolo centrale che ricoprono nella società odierna, per garantirci tutti i servizi a cui siamo abituati, per il “normale” svolgimento della nostra quotidianità, intrisa di tecnologia, in più ambiti (salute, gioco, comunicazioni e tanto altro) a cui non sarà possibile rinunciare.

In Italia, così come viene fatto da molti anni all’estero, dovrà diventare una pratica diffusa nascondere antenne e ripetitori, dietro a folte chiome sempre verdi di palme, pini marittimi e cipressi, o a delle opere architettoniche pensate per integrarsi perfettamente nel luogo in cui sono installate, unendo il senso estetico all’efficienza e all’alta tecnologia, salvaguardando l’inquinamento visivo del paesaggio.

Dunque, si tratta di imparare dalla natura, e usarla come modello, enfatizzando così il legame tra l’applicazione della biomimetica e la sostenibilità delle azioni umane, rivestendo torri e antenne, con un aspetto naturale, in modo che siano meno impattanti possibili.

Le applicazioni di questo principio sono molte ed affascinanti, vi regaliamo qualche esempio preso dal sito wired.it:

 

Voi che ne pensate? Avete qualche esempio di camouflage da farci vedere ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.