L’esplosione delle Virtual Private Network a pagamento, le 10 migliori soluzioni per la privacy

Liberalizzazione del mercato della privacy
18 Settembre 2017
Soluzioni di Camouflage: le antenne si vestono di verde e di design
16 Ottobre 2017

In un articolo precedente abbiamo parlato della liberalizzazione del mercato della privacy” negli Stati Uniti. Visto che gli ISP d’oltre oceano potranno presto rivendersi il nostro bagaglio di vita digitale, è bene conoscere il modo per proteggere la nostra identità online. Una nota importante per chi non lo sapesse: il 70% del traffico internet mondiale passa per gli USA! Ciò significa che se anche la liberazione non dovesse arrivare in Italia, i tuoi dati sono comunque sul mercato.

Il modo più facile ed efficace di aumentare il livello di privacy online, passa attraverso una connessione internet cifrata. Tra le tecnologie oggi disponibili, abbiamo le VPN (Virtual Private Network).

Vi chiederete cosa è una VPN: una rete protetta, gratuita o a pagamento, che sfrutta protocolli cifrati e permette agli utenti che navigano sul web di impostare una rete privata in completa sicurezza ed anonimato, dentro cui far passare tutto il proprio traffico internet.

In altre parole, le VPN creano un tunnel di dati che passa dalla propria rete a una nuova postazione, mascherando l’indirizzo IP della connessione, tutelando la privacy dell’utente e rendendo praticamente impossibile tracciare le attività compiute sul web.

Utilizzando una VPN, i nostri dati passano dal suo provider, quindi bisogna fidarsi del gestore scelto e assicurarsi che il servizio escluda la registrazione del nostro traffico web, in modo da non lasciare traccia delle nostre attività online. Inoltre bisogna considerare che se facciamo passare la nostra connessione da una VPN, la velocità di connessione viene rallentata.

Per questi motivi sembra più conveniente scegliere un servizio a pagamento che risulta più sicuro e minimizza il calo di prestazioni della rete.

Diamo un’occhiata a quelle che sono considerate le VPN migliori

VyprVpn

Viene considerata la più veloce, secondo i test effettuati. Versatile, con oltre 200 indirizzi IP provenienti da 50 paesi differenti. I costi variano da € 6 al mese per un anno (per due connessioni simultanee) fino a € 9 al mese per un anno (per cinque connessioni simultanee). Gli abbonamenti minori di un anno, vanno da € 9 a 18.

Hide My Ass

190 paesi supportati e tre server a disposizione, due connessioni simultanee. I prezzi vanno da € 9,99 per un mese; € 4,99 al mese per un anno; € 7,49 euro al mese per sei mesi.

Pure VPN

Alte prestazioni di velocità, versatile, con 50 piattaforme diverse. I prezzi vanno da € 2,30 al mese per un anno a € 7,30 al mese per sei mesi fino a € 9 per un mese.

Hot Spot Shield Elite

Offre una versione gratuita e una a pagamento. Per migliori prestazioni quella a pagamento ha un costo di € 2,08 al mese per un abbonamento di due anni, e a € 11,90 per un solo mese. Per un abbonamento a vita la richiesta è di  € 99,95.

Keepsolid VPN

Cinque connessioni simultanee, indirizzi IP da più di 50 diversi paesi, e prezzi per tutti: si parte perfino da un abbonamento da €1,8 per una sola settimana, per arrivare a quello a vita, a € 117.

NordVpn

569 server dislocati in 49 diversi paesi, sei connessioni simultanee, e protezione con doppia codifica dati. I prezzi partono da 5,20 dollari al mese per un anno di abbonamento e salgono fino a 7,30 € per un solo mese.

ExpressVPN

Server in oltre 94 paesi, offre un supporto clienti 24 ore su 24, fino a 3 connessioni simultanee. Il prezzo per mese si aggira intorno ai 13 dollari.

Private Internet Access

3342 server dislocati in 24 diversi paesi, la compatibilità con una quarantina di piattaforme diverse e 5 connessioni simultanee. Prezzi da € 3 al mese per un abbonamento da un anno, € 5,40 al mese per sei mesi o € 6,30 per un solo mese. 

IPVanish VPN

Usa indirizzi IP condivisi, più di 14,0000 IP da condividere su oltre un centinaio di server di uscita in 47 paesi diversi. Gli account con IPVanish costano 10$ al mese o 78$ all’anno, ed è possibile connettere due dispositivi contemporaneamente (a patto che stiano utilizzando protocolli diversi.)

CyberGhost VPN

Offre la scelta dei server in uscita in 23 diversi paesi (gli utenti gratuiti possono scegliere tra 14), ed è possibile vedere lo status dei server in qualsiasi momento. I suoi client sono facili da usare, supporta qualsiasi piattaforma, sia fissa che portatile, e non discrimina alcun tipo di traffico, protocollo, o indirizzo IP. Il prezzo varia da 7$ al mese o 40$ all’anno per un account premium, ma per più connessioni simultanee c’è l’abbonamento Premium Plus, a 11$ al mese o 70$ all’anno.

La parola ora passa a voi; quale VPN avete provato, usato, o suggerireste ad un amico? Scrivetelo nei messaggi o su twitter #safewavesnotes.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.